Case History


ANELLI RAFFREDDATI AD ACQUA

Acciaierie

La costruzione ex novo di una componente per impianto d’acciaieria prevede diversi passaggi, che VEXA segue in modo scrupoloso, tenendosi in contatto con il cliente. A fine 2020 abbiamo realizzato tre anelli raffreddati ad acqua, destinati ad uno stabilimento di produzione in Israele. Il pezzo sarebbe servito per prolungare il collegamento tra il forno esistente e la volta, venendo posizionato tra i due.

Il committente ci ha fornito la progettazione, mentre il nostro Ufficio Tecnico ha prodotto le distinte di taglio e i disegni costruttivi di officina. La lavorazione è partita dalla calandratura dei tubi, che erano di due tipi:
•    tubi da 4 pollici, spessore di 11mm,
•    tubi da 2,5 pollici, spessore di 10mm.

Gli operai specializzati di VEXA hanno quindi predisposto una dima per la tracciatura a terra, sulla quale hanno posizionato i tubi da 4 pollici: si è così assemblato il telaio esterno. A questo punto si sono posizionati i tubi da 2,5 pollici, realizzando i pannelli raffreddati destinati a restare nella parte interna degli anelli. 

I pezzi precedentemente assemblati sono stati saldati con saldatura a piena penetrazione per garantire la tenuta all’acqua. Tutti i particolari sono stati poi sottoposti a collaudo idraulico di 20 bar per 8 ore consecutive, al termine del quale ci siamo occupati del pre-assemblaggio, per verificare le dimensioni. Il passaggio successivo è stato la verniciatura degli anelli, un’operazione che ha comportato:
•    sabbiatura,
•    una mano di fondo,
•    finitura.
Il trattamento con la vernice anti-calore si è reso necessario per garantire una resistenza fino a circa 600 gradi.

I tre anelli raffreddati ad acqua sono quindi stati assemblati, avvitando il pannello interno al collettore esterno ed imbullonando i pannelli al telaio. È stato poi possibile realizzare il piping di collegamento dei tubi. Prima di accoppiare tra loro le componenti, si è effettuato un secondo collaudo idraulico, questa volta sull’opera completa e ad una pressione di 10 bar: il cliente è stato presente per verificare insieme la buona riuscita di questo delicato step.

Nel complesso, i tre anelli assemblati avevano un diametro di 4,9m, un’altezza di ca. 1,5m e un peso indicativo di 12.000kg. Perciò si è richiesta l’organizzazione di un trasporto eccezionale di cui, in questo caso, si è fatto carico il cliente stesso. 
 

COMMITTENTE
TENOVA S.p.A.
RESPONSABILE OFFICINA
Elvio Farinelli
RESPONSABILE CANTIERE
Igor Zanotti
DOVE

Officin VEXA

DATA
dicembre 2020
DESTINAZIONE
ISRAELE